Ex-Frigorifero Militare


open competition | Cuneo IT | 2020



L’ex Frigorifero Militare è da sempre un elemento urbano muto ed enigmatico per la città di Cuneo. La struttura muraria definisce in modo netto la fine della Caserma e dei suoi annessi e l’inizio dello spazio pubblico di piazza Virginio; essa costituisce un confine invalicabile, un luogo altro, accessibile solamente attraverso il Leutrum e per passaggi segreti. Al suo interno il nuovo Centro Culturale conferma la condizione di contenitore ermetico, istituendo un recinto tra esterno ed interno, tra ciò che è oggetto in esposizione e spazio espositivo, tra contenitore e contenuto. L’ex-Frigorifero Militare conserva l’alone di mistero che lo circonda e nell’immagine della città continua a custodire gelosamente un qualche tesoro, preservandolo dallo sguardo del grande pubblico di piazza Virginio, che ne è incuriosito e finalmente attratto.
La lunga cortina muraria di via Sette Assedi viene violentemente interrotta da un nuova partizione verticale all’incrocio con via Manfredi di Luserna; elemento separatore ma comunicativo, questa Lama presta il suo filo più affilato alla piazza e si materializza con un’eloquente finitura metallica in lamiera micro-forata. Tra la superficie esterna e quella interna la parete ospita dispositivi luminosi a bande orizzontali su cui sono generati testi informativi circa le attività del Centro Culturale.

In prossimità del punto di contatto tra la Lama e lo spigolo dell’ex-caserma Leutrum è presente una portale nascosto: questo accesso pedonale ricalca la posizione di quello carrabile precedente e permette di entrare nel Centro attraverso un Giardino Segreto, offrendo ai visitatori un’esperienza inaspettata e magniloquente dell’offerta culturale. Il Giardino è ispirato dalla scelta di evidenziare la permanenza di uno dei connotati più evidenti dello stato d’abbandono: un perduto Eden urbano in cui la rigogliosa vegetazione sovrasta l’architettura con specie infestanti e grandi alberi.

Superato il giardino, i visitatori si trovano ad ammirare i generosi spazi a doppia altezza del Bookshop - le quote interne corrispondono con la sommità del muro esterno - sul quale si affacciano il Desk d’accoglienza e la caffetteria, a loro volta serviti da una pratica “infilata” di locali di servizio (in ordine: cucine, spogliatoio, dispensa, servizi igienici del personale) che colmano la distanza dall’ingresso centrale al confine con via Manfredi di Luserna.







︎ TEAM

Andrea Anselmo
Gloria Castellini
Filippo Fanciotti
Giovanni Glorialanza
Boris Hamzeian
︎ CLIENT

Fondazione CRC
Ordine Architetti Cuneo
AWN

︎ INFO


︎ MORE


AWN Concorsi